Mavic Mini

Il peso di soli 249 grammi è una delle sue caratteristiche principali, un valore che permette al pilota di non dover ottenere il cosiddetto patentino a partire da luglio 2020 quando anche in Italia dovrà essere applicato il regolamento europeo. Sarà sufficiente soltanto la registrazione (essendo dotato di telecamera e cioè dispositivo atto a captare dati personali) e il rispetto degli spazi di volo AIP ENAV.

Caratteristiche e differenze con il predecessore DJI Spark

  DJI Mavic Mini DJI Spark
Dimensioni 160×202×55 mm (aperto) 143 ×143 × 55 mm
Peso 249 grammi 300 grammi
Sensore 1/2,3'' CMOS a 12MP CMOS 1/2.3” a 12MP
Obiettivo FOV 85° 24 mm (35 mm equivalente) f/2.8 FOV 81,9° 25 mm (35 mm equivalente) f/2.8
Posizionamento satellitare GPS-GLONASS GPS-GLONASS
Autonomia di volo 30 minuti 16 minuti
Gimbal Inclinazione: -90° a +20° (esteso) con stabilizzazione meccanica a 3 assi Inclinazione: da -85° a 0° con stabilizzazione meccanica a 2 assi
Immagine e video 4000x3000 pixel jpeg - 2.7K: 2720×1530 25/30 p MP4 3968×2976 pixel jpeg - Full HD: 1920×1080 30p MP4
Radiocomando 2.400 – 2.4835 GHz (senza ostacoli e interferenze) MIC/CE: 2 Km 2.412 - 2.462 GHz (senza ostacoli e interferenze) CE: 500 m
Sistema di visione Intervallo di funzionamento: 0,5 – 10 m ≤36 km/h a 2 m di altezza da 0 a 8 metri di quota
Operatività come SAPR Pronto per i 300 grammi; classe C0 con EASA da luglio 2020 Richiesta modifica per i 300 grammi; classe C1 con EASA da luglio 2020