Blower Door Test

blower-door-testAnche la casa ha bisogno del cappotto. Un´abitazione sana ed ecologica, per evitare dispersioni dovrebbe disporre di un buon involucro edilizio che la difenda dall´esterno. L´aria fredda che entra dalle fessure infatti raffredda le superfici e crea dispersioni di calore. L´aria caldo-umida che fuoriesce dall´interno al contrario, quando entra a contatto con le superfici fredde, condensa e dà luogo alla formazione di muffe.
Ma come fare per rilevare la tenuta del nostro involucro edilizio?

Come si applica dunque il Blower Door?A vederlo sembra una tenda rossa incorniciata ermeticamente sulla porta di casa. Andiamo per gradi peró. Immaginate di chiudere tutte le altre porte e finestre che danno sull´esterno di casa vostra. A questo punto applichiamo in mezzo al tendaggio una grossa ventola che servirà a far fuoriuscire aria dall´edificio. Quando si raggiunge una pressione di 50 Pascal, saremo in grado di rilevare le correnti d´aria presenti che provengono dall´esterno. L´aria che fluisce attraverso il ventilatore a questo punto sarà solo quella che entra dalle fessure. Per mezzo di un anemometro si misurano dunque gli spifferi, più tecnicamente il volume d´aria interna che viene scambiata nell´arco di un´ora, con l´aria esterna. Gli spifferi si possono rilevare anche con la mano o altri strumenti come la penna fumogena, generatore di nebbia e termocamera a infrarossi, che ci permettono di individuare dove si trovano le falle dell´edificio. In questo modo sarà possibile calcolare l´indice di permeabilità all´aria, dividendo il volume orario del flusso con il volume netto dell´edificio. .

blower-door-testDovremmo dunque vivere in case sigillate e respirare aria viziata? Sicuramente no, la ventilazione dei locali è ammessa a tutti gli effetti. Semplicemente non dovrebbe essere ottenuta tramite l´apertura manuale di porte e finestre, ma dovrebbe essere garantita da un impianto di ventilazione meccanica, capace di recuperare il calore dell´aria viziata da espellere e cederlo all´aria fresca entrante. Un accorgimento ampiamente utilizzato per la realizzazione di "case passive" ad alta efficienza energetica.

L´indice di permeabilità degli edifici non va mai sottovalutato. Nei complessi residenziali, nelle abitazioni plurifamiliari e negli uffici, il problema addirittura si complica. Il fenomeno puó generare correnti fastidiose che propagano rumori, polvere, odori e persino fuoco, attraverso le condotte degli impianti tecnologici, attraverso i vani scala, le fughe dei soffitti, i muri divisori, le porte e i vari comparti che dovrebbero essere in realtà a tenuta di fumo e fuoco.
* Il BlowerDoor aspira l´aria dall´interno dell´edificio creando un vuoto di pressione
* Viene introdotto del fumo all´interno dell´ambiente
* Attraverso l´utilizzo di una termocamera è possibile determinare la presenza di perdite d´aria individuando la fuoriuscita di fumo all´esterno dell´edificio

blower-door-testIl Blower Door permette la verifica della necessaria tenuta all´aria di un edificio, segno di qualità è l´unico strumento per ottenere bassi consumi energetici.
Il BlowerDoor rappresenta un vantaggioso investimento per chiunque sia coinvolto nel processo costruttivo di un edificio. Imballato in modo maneggevole, si trasporta facilmente con una normale autovettura ed è pronto all´uso in 15 minuti.
Un utile supplemento al BlowerDoor è il dispositivo APT, che automatizza la misura della tenuta all´aria e rende possibile una completa diagnosi delle condizioni dell´edificio. Questa comprende rilevamenti prolungati nel tempo di temperatura, umidità relativa, così come delle sostanze dannose presenti nell´aria e nell´ambiente.

Procedure per l´utilizzo del Blower-Door-Test

Al ventilatore sono collegati degli strumenti che misurano la differenza di pressione e l´ intensità del flusso d´ aria.
La velocità di rotazione del ventilatore e´ regolata in modo tale da generare una ben determinata differenza di pressione tra l´ interno e l´ esterno. Di conseguenza si induce un flusso d´ aria pari a quello dovuto alle perdite dell´ edificio (a causa della depressione).
Il flusso d´aria misurato viene diviso per il volume dell´ edificio.
Questo valore puó essere confrontato solo rispetto ad altri edifici e alle norme.

Il Blower-Door-Test si suddivide in tre fasi.

blower-door-testNella prima fase viene creata e mantenuta una depressione constante di 50 Pa o leggermente superiore. Durante questa fase viene ispezionata l´ intera superficie dell´ edificio (il suo involucro) alla ricerca delle perdite, per individuare dove l´ indesiderata aria fuoriesce (punti non ermetici). Questi sono i punti responsabili delle perdite d´ aria e quindi del calore dell´edificio. Le perdite maggiori si possono sentire con la mano, mentre per quelle di intensità ridotta e´ necessario un generatore di fumo oppure un anemometro.

Nella seconda fase viene creata una depressione crescente , si parte da valori pari a circa 10, 30 Pa e si prosegue a passi di 5, 10 Pa sino a raggiungere un valore finale di 60,100 Pa. Per ogni passo verrà registrato e protocollato il flusso di volume d´ aria.

Nella terza fase viene creata una sovra pressione (=depressione invertendo i lati) e le medesime misurazioni fatte nella fase 2 vengono ripetute. Questo indica quanto valgono le rimanenti perdite (con una pressione di riferimento di 50 Pa).

L´ esatta procedura di misurazione e´ regolata dalla norma UNI EN 13829: "Prestazione termica degli edifici - Determinazione della permeabilità all´aria degli edifici - Metodo di pressurizzazione mediante ventilatore".